Giacomo Lamborizio

Giacomo Lamborizio

Giacomo Lamborizio (1987), giornalista pubblicista, è laureato in Cultura Editoriale presso la Statale di Milano. Nel 2007 è tra i fondatori di Paper Street, rivista online di informazione culturale di cui attualmente è Vice direttore e responsabile della sezione cinema. Ha lavorato a produzioni di cortometraggi e videoclip indipendenti, collaborato con Editrice il Castoro, scritto per il blog Biennale Theatre Community della Biennale di Venezia. Ha curato, con Lucio Laugelli, il volume "100 registi per cui vale la pena vivere", in corso di pubblicazione presso Falsopiano. Collabora con Blue Film dall'ottobre 2014.

URL del sito web: http://https://twitter.com/g_lamborizio

Al via le riprese di SEGUIMI il nuovo film di Claudio Sestieri

Sono pronte a partire le riprese di Seguimi, il nuovo film con la regia di Claudio Sestieri, prodotto da Blue Film con Eur Film e Green Film e in coproduzione con la spagnola Grismedio. A Matera, location principale del film, le riprese dureranno quattro settimane per poi spostarsi a Barcellona per un'ultima settimana di set.

Un villaggio medievale perso in una natura selvaggia, un pittore che confonde vita e arte, una modella giapponese abituata a giocare con il proprio corpo, una tuffatrice che non ha ancora fatto i conti con il suo passato. Tre vite in gioco, una passione che si trasforma in ossessione, l’assurdo che irrompe nella realtà…

Questa la logline del film, scritto da Claudio Sestieri, Patrizia Pistagnesi e Nicola Molino. Un thriller psicologico che approfondisce tematiche legate alla dicotomia tra arte e vita e ambisce a creare un ponte, un incontro tra la cultura occidentale e l'estremo Oriente, in particolare il Giappone. Il legame fortissimo con le suggestioni visive e pittoriche si esplicita nel riferimento a un grande della fotografia del Novecento come Nobuyoshi Araki e nell'ausilio di un pittore come Gianni Dorigo, le cui tele avranno un ruolo decisivo. La colonna sonora sarà composta da Marco Werba.

Tra le strade inconfondibili di Matera, città Capitale europea della Cultura 2019, si muoveranno le giovani protagoniste Angelique Cavallari e Maya Murofushi, affiancate da due nomi importanti del cinema d'autore italiano come Pier Giorgio Bellocchio e Antonia Liskova.

Da lunedì 6 giugno il primo ciak, vi racconteremo in diretta le riprese, il backstage e inizieremo a introdurvi nel mondo di Seguimi attraverso i nostri canali social, la pagina Facebook dedicata e i nostri profili Twitter e Instagram.

Kaspar Hauser torna al cinema con Movieday

La Leggenda di Kaspar Hauser è un film cult che non ha smesso di interessare il pubblico di cinefili fin dalla sua uscita al Festival di Rotterdam del 2012. Dopo la distribuzione nel corso del 2013 in Italia, Francia, Germania e Polonia il film è rimasto lontane dalle sale per un po'.

Ora, anche grazie al successo internazionale delle clip virali rilasciate su Facebook nell'ultimo mese, il film di Davide Manuli tornerà nelle sale italiane grazie all'accordo tra Blue Film e Movieday. Movieday è una società che permette agli spettatori e agli appassionati di cinema di organizzare autonomamente proiezioni al cinema dei film del loro catalogo. 

Ti interessa un film? Vorresti vederlo sul grande schermo? Con Movieday puoi scegliere il film e il cinema - un elenco di decine di sale in tutta Italia, in costante aggiornamento. L'evento sarà attivato quando un numero minimo di persone confermeranno la loro presenza in sala, prenotando il biglietto (il prezzo è inferiore di norma a quello di una normale proiezione). 

Siamo entusiasti di collaborare a questa nuova modalità di fruizione cinematografica, in cui il piacere della visione sul grande schermo è a disposizione degli spettatori, dei cinefili che vogliono riscoprire opere che hanno esaurito la loro distribuzione tradizionale ma che ancora meritano di essere viste nel buio di una sala cinematografica. Scopri qui come funziona.

526701 451618694895996 2024602246 n

A questo link è possibile organizzare la proiezione de La Leggenda di Kaspar Hauser. Fai atterrare Kaspar nella tua città. 

La prima proiezione sarà a Bolzano il prossimo 10 maggio, clicca qui per confermare la tua presenza.

Giuseppe Genna sul cinema di Davide Manuli

"C’è un dato percettivo che mi ha sempre sconcertato, vedendo e rivedendo i film di Manuli: è l’accecamento corporeo". Giuseppe Genna, scrittore che ha collaborato con Davide Manuli alla sceneggiatura di La leggenda di Kaspar Hauser (suo il monologo del Prete, interpretato da Fabrizio Gifuni) e alla graphic novel da questo tratta, pubblicata da Il Saggiatore, ha dedicato al cinema di Davide un bel post sul suo blog. 

Leggi l'articolo completo di Giuseppe Genna

L'analisi di Genna prende spunto dal successo recente avuto dalle clip del film su Facebook, che hanno posto l'accento sulle scene del film in cui i personaggi si lanciano in danze che sono un possibile varco verso l'altrove, nella narrazione del film e nell'idea di mondo che sottende al cinema di Davide Manuli.

Un cinema verso cui non si spegne l'interesse, certificato dall'affollata proiezione al Palazzo delle Esposizioni di Roma lo scorso sabato 18 marzo. Ringraziamo tutte le persone che sono intervenute a questo evento speciale, e ai tanti che non sono riusciti a entrare in sala per l'esaurimento dei posti speriamo di riservare presto una nuova occasione per vedere il film sul grande schermo. 

IN 6 MILIONI BALLANO CON KASPAR HAUSER

Siamo nell’era dei virus. O meglio, dei virus delle immagini, delle connessioni, delle forme di comunicazione che mutano, si ibridano, trovano nuovi contesti e assumono significati inattesi. È l’epoca del meme, dell’ironia web declinata in mille forme e dalle incontrollabili e inattese destinazioni. Capita così che un giorno scopri che la scena di un film, per forza e per scelta squisitamente autoriale, "da intenditori", "da andarsi a cercare”, venga vista da quattro milioni di persone in poco più di quattro giorni.

La leggenda di Kaspar Hauser, film di Davide Manuli del 2012, prodotto da Blue Film e Shooting Hope Productions, è diventato nelle scorse ore un piccolo grande fenomeno virale su Facebook. La pagina facebook SKO4 – Electronic Events, che fa riferimento a un’agenzia di organizzazione di eventi ucraina, una pagina con un seguito di meno di 30.000 fan, ha pubblicato lo scorso 3 marzo un video estratto dal film di Manuli, una scena in cui Lo Sceriffo (Vincent Gallo) insegna a Kaspar Hauser (Silvia Calderoni) a fare il Dj. Protagonista assoluta la musica techno di Vitalic, autore della colonna sonora originale del film. La didascalia scelta per il video è “Abbiamo la musica. La musica è tutto”. Pronti via, il seguito della pagina, che poco sa di Vincent e Silvia, del film e di Davide Manuli, apprezza l’invito al ballo e condivide, lika, commenta, tagga gli amici discotecari. Russi e non solo, il video vive di vita propria, sfonda i bacini di utenza di una pagina di normale traffico e spopola sul web. Il contatore ha ormai superato i 5 milioni di visualizzazioni

 

Мы есть музыка, а музыка - это все

Pubblicato da SKO4 - Electronic Events su Giovedì 3 marzo 2016

 

Lo scrittore Giuseppe Genna, che ha collaborato al film scrivendo il “Monologo del prete” per il personaggio di Fabrizio Gifuni, ha salutato la notizia con un breve post sul suo blog: “non ho mai visto, per un’opera d’arte, 3 milioni e mezzo di visualizzazioni in tre giorni”.


La scena in questione è stata la prima a essere girata sul set in Sardegna nel maggio 2012. C’era un vento a 30 nodi sulla spiaggia quel giorno e non ci si riusciva a parlare a un metro di distanza. L’audio della scena è in presa diretta, la musica è stata diffusa dalle enormi casse della scenografia, così che gli attori potessero sentire bene i suoni su cui ballare. Davide Manuli diede un’unica istruzione, ballate, e tutti i movimenti sono stati improvvisati sul momento da Vincent Gallo e Silvia Calderoni.
 
Qualche giorno dopo, una nuova clip pubblicata sulla nostra pagina Facebook ha raccolto anch'essa straordinario entusiasmo da tutto il mondo. Il video è ormai prossimo a toccare quota 1 milione di visualizzazioni.
 
 
 
 
Per chi volesse vedere il film, oltre ad acquistare il Dvd distribuito da Cecchi Gori Home Video, ha un’occasione speciale il prossimo 19 marzo a Roma. La leggenda di Kaspar Hauser sarà proiettato al Palazzo delle Esposizioni, a ingresso gratuito e alla presenza del regista, nell’ambito della rassegna “CINEMENTE. La memoria del futuro”.
Sottoscrivi questo feed RSS

Latest News

Twitter